Il cv in formato europeo

Come già accennato in home page, il cv europeo è una particolare tipologia di curriculum la quale prevede uno schema predefinito; il candidato ad una posizione lavorativa, dunque, non deve preoccuparsi di modificare l’assetto del curriculum o l’ordine di priorità delle note da scrivere, ma deve semplicemente compilare gli spazi con i propri dati, le proprie esperienze lavorative ed i titoli di studio conseguiti.

C’è anzitutto da dire una cosa: scegliere il curriculum in formato europeo per presentarsi ad un’azienda non è soltanto pratico e funzionale, ma è anche una scelta vantaggiosa, dal momento che molte aziende valutano positivamente questa capacità di adattamento allo schema adottato appunto a livello europeo. Non è certo un caso, infatti, se in molti annunci di lavoro l’azienda richiede espressamente ai candidati di inviare un curriculum vitae in formato europeo, e non è certo da escludere che le persone che presentano, invece, un modello di curriculum diverso, vengano scartate dalla selezione in partenza, proprio per questo motivo.

Il curriculum europeo può certamente essere definito, allo stesso tempo, come preciso e sintetico, dal momento che non consente al candidato di dilungarsi in maniera eccessiva sulle tematiche in questione, ma richiede tuttavia tutte le informazioni necessarie affinchè il selezionatore possa avere ogni notizia rilevante per effettuare nella maniera più corretta il suo lavoro.
In particolare, nel curriculum europeo riveste grande importanza l’inserimento del nome e dei recapiti dei datori di lavoro presso cui si sono maturate delle esperienze; in questo modo, d’altronde, il selezionatore può effettuare dei controlli per verificare la veridicità di quanto dichiarato.